Tribunale di Vallo della Lucania

                                                                       Avv. Angelo Gargano
                                                          Via Roma, 10 – 84076 Torchiara (Sa)
                                                   Tel./Fax 0974.831259 - Cell. 333.9229088
                                                      P.E.C. studiolegalegargano@legalmail.it
                            ______________________________________________________


                                                       TRIBUNALE DI VALLO DELLA LUCANIA

                                              Procedura Esecutiva Mobiliare n. 442/2017 R.G.Es.

                                             AVVISO DI VENDITA DI BENI MOBILI PIGNORATI


Allegati:  | Avviso di vendita documento  | Ordinanza documento  | Foto Galleria fotografica  | Foto Galleria fotografica  | Foto Galleria fotografica  | Foto Galleria fotografica  | Foto Galleria fotografica  | 


L’avv. Angelo Gargano, Commissionario delegato al compimento delle operazioni di vendita nella procedura esecutiva mobiliare sopra emarginata, giusta ordinanza del Giudice dell’Esecuzione, resa in data 22.12.2017, a norma degli articoli 532 e seguenti c.p.c.,

                                                                                                          AVVISA
che il giorno 22 giugno 2018, ore 17.00, presso il proprio Studio sito in Torchiara (SA) alla Via Roma n. 10, procederà alla vendita senza incanto della consistenza mobiliare di
seguito descritta ed alle condizioni indicate, mediante esame e deliberazione sulle offerte, ovvero eventuale gara tra gli offerenti presenti.


                                                                                              BENE POSTO INVENDITA

Autocarro Ford EJASJL H TRANSIT 190DC tg. omissis di colore bianco con cassone ribaltabile trilaterale con cabina allungata.
Il veicolo marciante si presenta in discrete condizioni d’uso e in buono stato di manutenzione; necessità di nuova batteria, poiché quella esistente, completamente scarica, è stata rimossa.
Presenta una evidente lesione nella parte bassa del parabrezza; una lieve ammaccatura nella parteanteriore sinistra, con asporto di una mascherina sottofaro, come si evidenzia dai rilievi fotografici effettuati.
Prezzo a base d’asta prima vendita: € 5.000,00 (euro cinquemila/00).

(come da ordinanza del G.E., la prima vendita viene effettuata al prezzo base d’asta comerisultante dal verbale di pignoramento del 28.08.2017).

                                                                                                          AVVISA

nel caso di asta deserta al primo esperimento di vendita, il sottoscritto delegato il giorno 29 giugno 2018, ore 17.00, presso il proprio studio sito in Torchiara (SA) alla Via Roma n. 10, procederà ad una seconda vendita senza incanto del medesimo bene mobile al prezzo a base d’asta ridotto del 25% rispetto al precedente tentativo, quindi:
prezzo a base d’asta seconda vendita: € 3.750,00 (euro tremilasettecentocinquanta/00).

                                                                                                         AVVISA

nel caso di asta deserta, anche al secondo esperimento di vendita, il sottoscritto delegato il giorno 03 luglio, ore 17.00, presso il proprio studio sito in Torchiara (SA) alla Via Roma n. 10, procederà ad una terza vendita senza incanto del medesimo bene mobile al prezzo a based’asta ridotto del 25% rispetto al precedente tentativo, quindi:
prezzo a base d’asta terza vendita: € 2.812,50 (euro duemilaottocentododici/50).

                                                                                      CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

I beni mobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano così come identificati, decritti e valutati dall’Ufficiale Giudiziario nel verbale di pignoramento.
Ciascun interessato potrà visionare preventivamente i beni in vendita (negli orari e nei giorni da concordare con il Delegato alla vendita) attualmente sito in Salento (Sa), Via Piano n. 1, presso depositario autorizzato.
La vendita avviene a corpo e non a misura.
Avendo la presente vendita natura di vendita coattiva essa non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere risolta per alcun motivo.
Conseguentemente, l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti o comunque non evidenziati, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella determinazione del prezzo a base d’asta.
 
                                                                               MODALITA’ DI SVOLGIMENTO DELLA VENDITA

                                                                 TEMPI, MODI E CONTENUTO DELLE OFFERTE DI ACQUISTO

- L’offerta irrevocabile di acquisto, dovrà essere depositata, presso lo studio del Commissionario delegato alla vendita in Torchiara (Sa) alla Via Roma 10, entro e non oltre le ore 12:00 del giorno precedente la data della vendita, previo appuntamento telefonico al numero 333/9229088, in busta chiusa anonima, all’esterno della quale verrà annotata a cura del Commissionario ricevente (o da un suo delegato appositamente designato), il nome della persona, identificata con documento di identità, che materialmente provvede al deposito (che può essere persona diversa dall’offerente), il nome del Giudice dell’esecuzione, quello del Commissionario; la data fissata per l’esame delle offerte, nonché data ed ora del deposito.
- chiunque, tranne il debitore e i soggetti cui la legge fa divieto (artt. 377 e 1471 codice civile), è ammesso a formulare offerte per l’acquisto, personalmente (persona fisica) o dal legale rapp.te della persona giuridica, ovvero per mezzo di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, com. 3, c.p.c., (con l’espressa avvertenza che il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti).

- L’offerta, formulata mediante istanza sottoscritta ed in bollo, deve contenere:

a) le generalità complete dell’offerente, ovvero:
• nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, recapito telefonico, dichiarazione sullo stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale tra i coniugi (in caso di
persona fisica coniugata in regime di comunione legale dei beni, l’indicazione delle generalità complete del coniuge dell’offerente, al fine di trasferire ad entrambi pro quota il bene in caso di aggiudicazione). In caso di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo ex art. 179, com. 1, lett. f, c.c., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa;
se l’offerente è persona in età minore, l’offerta deve essere sottoscritta dai genitori ovvero da chi ne ha la rappresentanza legale, previa autorizzazione del Giudice tutelare, da allegare in copia conforme;
se l’offerente è persona giuridica o un ente dotato di soggettività giuridica, l’offerta deve essere sottoscritta dal legale rappresentante dell’ente e deve recare l’indicazione della denominazione sociale, sede, partita IVA e codice fiscale (anche se coincidenti), dati anagrafici completi del legale rappresentante; all’istanza deve essere allegato certificato, in corso di validità, rilasciato dal Registro imprese competente attestante la vigenza, i dati relativi alla rappresentanza della società ed i poteri del rappresentante, nonché eventuali delibere autorizzative, se necessarie;
in caso di offerta per persona da nominare, l’aggiudicatario, entro tre giorni dall’aggiudicazione, depositare presso lo studio del Commissionario dichiarazione con indicazione del nome della persona per la quale ha presentato l’offerta corredata da procura speciale avente data anteriore a quella fissata per l’esame delle offerte; in mancanza di detta dichiarazione, l’aggiudicazione diviene definitiva a nome di colui che ha formulato l’offerta;
in caso di offerta presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; deve essere sottoscritta da tutti i soggetti a favore dei quali l’immobile deve essere intestato, con la precisazione della misura delle quote dei diritti che ciascuno intende acquistare;
b) il numero di Ruolo Generale della procedura esecutiva alla quale l’offerta si riferisce;
c) dati identificativi del bene (o del lotto) per il quale l’offerta è proposta;
d) l’indicazione del prezzo offerto (per ciascun lotto, pari o superiore al prezzo base d’asta), dei tempi (non superiore a 48 ore dalla data di aggiudicazione) e dei modi del pagamento e di
ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta
e) in ogni caso all’offerta deve essere allegata una copia del documento di identità (in corso di validità) e del codice fiscale dell’offerente (anche del coniuge se in comunione legale) e, in caso di offerente persona giuridica, copia della visura camerale da cui si evincano i poteri di rappresentanza.

- Misura e modalità della cauzione:
a titolo di cauzione ed in conto prezzo, all’offerta deve essere allegato un assegno circolare non trasferibile intestato alla procedura esecutiva (Tribunale di Vallo della Lucania - Proc. Esec. Mob. n. 442/2017 R.G.E.) per un importo non inferiore al 10% del prezzo offerto (ciò a pena di inefficacia dell’offerta), a titolo di cauzione e in conto prezzo (ove l’offerta riguardi più lotti l’offerente dovrà versare una cauzione per ogni lotto cui intende partecipare); l’assegno sarà inserito nella busta che il professionista delegato o un suo delegato sigillerà idoneamente al momento del deposito.

                                                         APERTURA DELLE BUSTE ED EVENTUALE GARA TRA GLI OFFERENTI

- Le buste contenenti le offerte saranno aperte il giorno stabilito per la vendita alla presenza degli offerenti, ove comparsi; nel caso di mancata comparizione dell’offerente o degli
offerenti l’aggiudicazione sarà comunque disposta.
In caso di unica offerta, validamente formulata, di importo pari o superiore al prezzo a base d’asta, l’offerente sarà dichiarato aggiudicatario;
in caso di più offerte valide, alla data fissata per la vendita si procederà in ogni caso alla gara tra gli offerenti presenti, assumendo quale prezzo base della gara l’importo corrispondente
all’offerta più alta formulata. La gara si svolgerà secondo il sistema delle schede o buste segrete, mediante unica offerta in aumento, ad aumento libero, da formularsi per iscritto dopo l’apertura delle buste entro i tre minuti successivi alla consegna di apposita scheda o busta segreta per la formulazione dell’offerta stessa. All’esito della gara il bene sarà aggiudicato al maggior offerente, anche in caso di mancata adesione da parte di quest’ultimo alla gara;
nel caso in cui pervengano plurime offerte al medesimo prezzo e non si faccia luogo alla gara per mancanza di adesioni, ai fini dell’individuazione della migliore offerta, il Commissionario, per procedere all’aggiudicazione, terrà conto delle cauzioni prestate, delle forme, dei modi e dei tempi del pagamento, nonché di ogni altro elemento utile indicato nell’offerta stessa; nel caso di parità di prezzo e di condizioni (anche a seguito dell’eventuale gara), i beni mobili saranno aggiudicati all’offerente che per primo avrà depositato la busta.
Saranno ritenute inammissibili e inefficaci le offerte: presentate oltre il termine fissato; non accompagnate da cauzione prestata nella entità determinata o con le modalità sopra precisate; formulate per un importo inferiore alla offerta minima sopra specificata; non sottoscritte; prive dell’indicazione del prezzo offerto.
L’offerta è irrevocabile, salvo che siano decorsi 120 (centoventi) giorni dalla sua presentazione ed essa non sia stata accolta.
Non sarà possibile trasferire il bene mobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta (fatta salva l’offerta formulata per persona da nominare). Le somme depositate come cauzione saranno restituite agli offerenti non aggiudicatari.

                                                   COMPLETAMENTO DELLA PROCEDURA E VERSAMENTO DEL SALDO PREZZO

Il versamento del saldo prezzo dovrà essere effettuato entro il termine massimo di 48 ore dall’aggiudicazione, sempre presso lo studio del sottoscritto Commissionario a mezzo assegno circolare non trasferibile intestato alla procedura esecutiva (Tribunale di Vallo della Lucania - Proc. Esec. Mob. n. 442/2017 R.G.E.).
La consegna dei beni agli acquirenti è subordinata all’avvenuto integrale pagamento del prezzo, degli oneri fiscali e, nel caso di beni registrati, all’avvenuto perfezionamento delle formalità relative al trasferimento di proprietà (che restano a carico dell’aggiudicatario); ai fini dell’art. 1193 c.c. viene stabilito che qualunque somma versata, ivi inclusa la cauzione, sarà imputata prima alle spese e poi al prezzo.
In caso di mancato o anche parziale versamento del saldo prezzo nel termine stabilito, così come sopra indicato, l’aggiudicatario verrà dichiarato decaduto, con perdita della cauzione, che
sarà trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione.
L’aggiudicatario dovrà ritirare i beni entro cinque giorni dal termine del versamento del saldo prezzo o dal compimento delle formalità per il trasferimento di proprietà (le quali devono iniziare
entro cinque giorni dal versamento saldo prezzo).
In caso di mancato ritiro dei beni nei termini indicati, l’aggiudicatario dovrà versare al commissionario il corrispettivo per il deposito previsto dal D.M. 15/5/2009 n. 80 (decorsi ulteriori 10 giorni il commissionario provvederà alla vendita dei beni non ritirati ai sensi degli artt. 2756 terzo comma e 2797 cod. civ.).

                                                                              PUBBLICITA’ ED INFORMAZIONI

Il presente avviso, redatto in ossequio all’ordinanza di vendita, sarà pubblicato a cura del Commissionario ed a spese del creditore procedente, mediante:
a) pubblicazione all’Albo del portale delle vendite pubbliche;
c) pubblicazione, sul sito internet www.astegiudiziarie.it, unitamente all’ordinanza di vendita e documentazione fotografica, almeno giorni 15 (quindici) prima della scadenza del termine per la
presentazione delle offerte.
Ogni ulteriore informazione potrà essere richiesta al Commissionario, che riveste altresì la carica di custode giudiziario, cui gli interessati potranno rivolgersi anche al fine di visionare il bene
pignorato, previo appuntamento telefonico ai nn. 333.9229088 (mobile), 0974.831259 (fisso).

Torchiara, lì 04 giugno 2018                                                                                                                    Il Commissionario
                                                                                                                                                             Avv. Angelo Gargano

Sito conforme agli Standard W3C/XHTML 1.0 Strict Sito conforme agli Standard W3C/CSS2 Sito conforme alle linee guida W3C/WAI-AAA [Valid RSS]