Tribunale di Vallo della Lucania

                        
                     SEZIONE ESECUZIONI MOBILIARI                                                        


Allegati:  | Relazione di Stima documento  | Ordinanza documento  | Avviso di vendita documento  | 


                          AVVISO DI VENDITA QUOTE PIGNORATE

PROCEDURA ESECUTIVA n. 360/2016 r.g.e.

ORGANI DELLA PROCEDURA

ILL.MO SIG. GIUDICE DELL’ESECUZIONE DOTT.  AVV. MARIA TERESA SAPORITO

PROFESSIONISTA DELEGATO ALLA VENDITA DOTT.SSA FEDERICA FEOLA

La  dott.ssa Federica Feola, professionista delegato alle operazioni di vendita ex art.534-bis e 591 bis c.p.c., nel procedimento espropriativo n. 360/2016 R.G.E. del Tribunale di Vallo della Lucania

                                                 AVVISA

che il giorno 31 luglio 2018 alle ore 18,00 presso il proprio studio in Centola (SA), frazione Palinuro Via Acqua del Lauro, 33, procederà alla vendita CON INCANTO dei beni mobili pignorati consistenti in:

LOTTO UNICO:

Quote pari al 33,33% del capitale sociale della società “Omissis”con sede legale in Cicerale (SA), alla Omissis, avente ad oggetto l’attività di agenzia di commercio e di rappresentanza di prodotti ed accessori relativi ai settori di riscaldamento, condizionamento, trattamento delle acque ed energie alternative.

Detto compendio meglio descritto nella relazione di stima a firma della sottoscritta  (depositata in data 15/05/2017 e pubblicata unitamente all’ordinanza di vendita e al presente avviso sui siti internet www.astelegaligiudiziarie.it - www.asteannunci.it - www.asteavvisi.it - www.canaleaste.it - www.rivistaastegiudiziarie.it e consultabile presso la cancelleria del Tribunale di Vallo della Lucania), verrà venduto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, con esclusione di qualsiasi responsabilità per eventuali sopravvenienze passive o insussistenze che possano incidere sul valore del patrimonio sociale. Tutte le eventuali spese ed oneri fiscali sono a carico e cura dell’aggiudicatario.

Condizioni e modalità di vendita

1 . Il prezzo a base d’asta è stabilito in € 33.221,36(trentatremiladuecentoventuno/38) (pari al valore della precedente vendita, ribassato di un quinto ai sensi dell'art. 538 c.p.c.);

2 . Le offerte di acquisto  (in regola con il bollo) dovranno essere depositate, presso lo studio innanzi indicato (personalmente o a mezzo di persona incaricata, entrambe comunque munite di un valido documento di riconoscimento e delega scritta), entro le ore 12,00 del giorno precedente la data della vendita (30/07/2018) in busta chiusa (senza segni di riconoscimento), all’esterno della quale viene annotata dalla sottoscritta, o da un suo incaricato ad hoc, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice dell’ Esecuzione, il nome del professionista delegato e la data fissata per l’esame delle offerte;

3 . L’offerta dovrà contenere:

1) Il nome ed il cognome dell’offerente, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile e, se coniugato, il regime patrimoniale dei coniugi (se in regime di comunione, le generalità complete del coniuge compreso il codice fiscale), recapito telefonico, copia di valido documento d’identità e, se necessario, di valida documentazione comprovante i poteri e la legittimazione (es. procura speciale o certificato camerale), in caso di offerta presentata da più soggetti, l’indicazione di quello, tra questi, che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. Se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare, da allegare in copia conforme; non sarà possibile trasferire il bene a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta;

2) L’indicazione del numero di Ruolo Generale (R.G.E.) della procedura esecutiva;

3) I dati identificativi del bene e del lotto per il quale l’offerta è formulata;

4) L’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo indicato come prezzo base, a pena d’inefficacia dell’offerta;

5) Il termine e le modalità di pagamento del prezzo e degli oneri tributari (spese di trasferimento) non superiore a 60 (sessanta) giorni;

6) L’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima e di essere edotto delle condizioni di fatto e di diritto del bene mobile.

4 . All’offerta dovranno essere allegati:

a titolo di cauzione e a pena di inefficacia dell’offerta: un assegno circolare non trasferibile intestato a Tribunale di Vallo della Lucania Procedura Esecutiva Mobiliare N. 360/2016 per un importo, in misura non inferiore al 10% del prezzo offerto,detta cauzione sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto;

la fotocopia di un valido documento di riconoscimento se persone fisiche;

delega o procura atta all’uopo in caso di offerta presentata per conto terzi;

la fotocopia di un valido documento di riconoscimento del legale rappresentante ed una fotocopia della visura camerale aggiornata in caso di offerta da parte di una società.

5 . La validità e l’efficacia delle offerte d’acquisto sono regolate dall’art. 571 c.p.c.

Ciascun offerente, ai sensi dell’art. 571, comma1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata  autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1, c.p.c.),

6. Apertura buste e procedura susseguente

Le buste saranno aperte il giorno stabilito per l’incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell’aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell’art. 581 c.p.c.;  la mancata partecipazione all’incanto, senza giustificato motivo, comporterà l’incameramento  di un decimo della cauzione che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, ove l’offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; 

7. Qualora sia presentata una sola offerta superiore di un quinto del prezzo base dell’intero lotto, la stessa sarà senz’altro accolta ed il lotto aggiudicato in favore dell’unico offerente; qualora vi sia un'unica offerta valida , pari o superiore al prezzo base dell’intero lotto ma inferiore all’offerta di cui al punto precedente, la stessa sarà accolta solo ove non vi sia dissenso del creditore procedente e salvo che il professionista delegato non ritenga conveniente procedere in altra modalità.

8. Qualora siano presentate più offerte valide, il Professionista delegato inviterà gli offerenti ad una gara sull’offerta più alta, nella gara ciascuna offerta in aumento non potrà essere inferiore al 5% dell’offerta più alta, arrotondato per eccesso al migliaio di euro più prossimo; il bene verrà definitivamente aggiudicato all’esito di detta gara a chi avrà effettuato il rilancio più alto; se la gara non dovesse aver luogo per mancanza di adesioni, il professionista disporrà la vendita a favore del maggior offerente, salvo che non ritenga più conveniente procedere in altra modalità. Non verranno prese in considerazione offerte pervenute dopo la conclusione della gara.

9. L’aggiudicazione si intende provvisoria, in quanto la trasferibilità della quota è sottoposta all’esercizio del diritto di prelazione. Pertanto il Professionista provvederà, ai sensi dell’art. 2471 c. c., ad avvisare dell’esito delle operazioni di vendita la società che entro dieci giorni dall’aggiudicazione dovrà presentare un altro acquirente che offra lo stesso prezzo, al quale le quote dovranno quindi per tale prezzo essere aggiudicate. Decorsi i termini previsti dalla legge senza che la società abbia presentato un altro acquirente, l’aggiudicazione provvisoria dovrà intendersi definitiva.

10. La cauzione sarà acquisita dal professionista delegato che restituirà agli altri partecipanti gli assegni circolari depositati.

11. l’aggiudicatario dovrà depositare il prezzo di aggiudicazione, dedotta la cauzione già prestata, sempre a mezzo assegno circolare intestato con le medesime modalità entro un termine non superiore a 60 giorni dall’aggiudicazione definitiva.

Per tutto quanto non previsto si applicano le vigenti norme di legge. 

Del presente avviso sarà fatta, da me delegata alla vendita, pubblicazione sul PVP, nonchè, almeno 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto, pubblicazione, per una sola volta su di un quotidiano d'informazione a diffusione locale e/o nazionale, pubblicità on-line visibile sui siti, www.astelegaligiudiziarie.it - www.asteannunci.it - www.asteavvisi.it - www.canaleaste.it - www.rivistaastegiudiziarie.it.
La sottoscritta, professionista delegata, inoltre, effettuerà presso il suo studio sito in Centola (SA), frazione Palinuro, alla Via Acqua del Lauro, n. 33, tutte le attività che a norma dell’art. 576 c.p.c e segg. debbono essere compiute in Cancelleria o davanti al Giudice dell’Esecuzione, e ogni ulteriore informazione potrà essere acquisita presso il suo studio, previo avviso telefonico (0974/933144 – 338/2671103).

Vallo della Lucania, lì 26.04.2018

                                                                                                         Il professionista delegato  

                                                                                                            dott.ssa Federica Feola

Sito conforme agli Standard W3C/XHTML 1.0 Strict Sito conforme agli Standard W3C/CSS2 Sito conforme alle linee guida W3C/WAI-AAA [Valid RSS]