Tribunale di Vallo della Lucania

                                  UFFICIO ESECUZIONI MOBILIARI-

PROCEDURA ESECUTIVA n. 436/2015 r.g.e.

ORGANI DELLA PROCEDURA 

ILL.MO SIG. GIUDICE DELL’ESECUZIONE DOTT. SSA MARIA TERESA SAPORITO

PROFESSIONISTA DELEGATO ALLA VENDITA/CUSTODE DOTT. SSA LUCIA MASI


Allegati:  | Ordinanza documento  | Avviso documento  | foto Galleria fotografica  | Foto Galleria fotografica  | 


INVITO A PRESENTARE OFFERTE MIGLIORATIVE PER L'ACQUISTO DEI BENI MOBILI PIGNORATI (VENDITA SENZA INCANTO)

La Dott.ssa Lucia Masi, professionista delegato alle operazioni di vendita ex art. 591 bis c.p.c., nel procedimento  espropriativo n. 436/2015 R.G.E. del Tribunale di Vallo Della Lucania, dichiara che è interesse della procedura ricevere e vagliare offerte irrevocabili per l’acquisto dei beni mobili pignorati acquisiti dalla procedura, come individuati e descritti nel verbale di inventario depositato e disponibile sul sito internet  www.astelegaligiudiziarie.it; meglio identificati e riassunti in dettaglio dalla tabella seguente:

LOTTO UNICO

N.                    Descrizione Bene                                                            Valore

1) n. 1 macchina fabbrica ghiaccio marca simag
    modello sdn 20 AS 230/50/1 colore bianco                                 500,00

2) n. 1 cuocipasta lotus con tre vasche in acciaio
   completo di sgabello                                                               500,00

3) n. 1 frigorifero acciaio due ante inox B.I.m.
   kitchen equipment                                                               2.500,00

4) n. 1 impastatrice a spirale Mecnosud modello
    AS25D                                                                              1.500,00

Totale                                                                                                     5.000,00

                                                            RENDE NOTO

che il giorno 19 gennaio 2018 alle ore 16,00, procederà alla vendita al PRIMO INCANTO dei beni mobili pignorati sopra descritti e, nel caso in cui non abbia luogo per qualsiasi motivo la vendita al primo incanto, si procederà alla vendita con SECONDO INCANTO il giorno 26 gennaio 2018, alle ore 16,00 ad un prezzo base ridotto di 1/5 rispetto a quello del primo incanto (€ 4.000,00 comprensivo di IVA). Nel caso non dovessero pervenire offerte di acquisto nei precedenti tentativi di vendita, si procederà alla vendita con TERZO INCANTO il giorno 02 febbraio 2018 alle ore 16,00 ad offerta libera senza determinazione del prezzo minimo.

Per la vendita al PRIMO INCANTO del 19 gennaio  2018 la procedura intende ricevere e vagliare eventuali offerte irrevocabili per l’acquisto del lotto unico, lotto composto dai beni così come descritti dalla tabella, stimati in complessivi € 5.000,00 (comprensivo di IVA) per:

LOTTO UNICO : € 5.000,00

Si precisa che il rialzo minimo dovrà essere pari o superiore ad € 100,00 a pena di nullità della proposta

                                                              INVITA

Gli interessati all'acquisto totale dei componenti aziendali residui, valutati come da verbale di pignoramento del 03/11/2015, posti in vendita al prezzo di complessivi € 5.000,00, a far pervenire offerte irrevocabili di acquisto in conformità a quanto di seguito previsto:

Oggetto dell’offerta: il soggetto interessato dovrà formulare l'offerta per l’acquisto di tutti i beni mobili pignorati di cui al lotto unico indicando l’importo complessivo proposto e al netto di oneri, spese, imposte ecc. (che saranno a carico dell’acquirente) comunque non inferiore ad € 5.000,00 se riferiti all’asta del 19 gennaio 2018 o ad € 4.000,00 se riferiti all’asta del 26 gennaio 2018. Per l’eventuale tentativo di vendita del 02 febbraio 2018 l’offerta sarà libera senza previsione di importi minimi da offrire.

Solo nell’eventualità che non verranno presentate offerte di acquisto per il lotto unico si prenderanno in considerazione offerte per singoli beni, pari ad almeno il loro valore riportato nella tabella di cui sopra.

Saranno, parimenti, prese in considerazione - con preferenza alle offerte per un singolo bene o per lotto unico - offerte di acquisto di singoli beni laddove le stesse, cumulate tra di loro, saranno di importo complessivo pari o superiore all’offerta di acquisto per il lotto unico - eventualmente pervenuta.

                                                 CONDIZIONI DI VENDITA

1. La vendita comprende i beni mobili pignorati, attualmente custoditi in Castellabate (SA) in C.da San Gennaro snc come da dettaglio sul sito www.astelegaligiudiziarie.it;                          ;

2. I beni, saranno ceduti liberi da pesi o vincoli. Eventuali adeguamenti degli stessi alle normative vigenti in ambito di prevenzione, sicurezza così come quelli riguardanti la tutela ecologica e ambientale e, in generale, alle normative vigenti saranno a carico dell'acquirente, che ne sopporterà qualsiasi spesa e onere, con esonero della cedente da qualsiasi garanzia a riguardo;

3. L'offerta di acquisto per la vendita al PRIMO INCANTO, costituente a tutti gli effetti proposta irrevocabile ex art.1329 del codice civile per un periodo di 90 (novanta) giorni dalla sua presentazione, dovrà essere formalizzata e depositata presso lo studio del professionista delegato alla vendita, Dott.ssa Lucia Masi in via Lungomare Colombo Trav. G. Scola n. 4 - 84129 Salerno, entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 19 gennaio 2018 in busta di formato A4, recante all'esterno la sola dicitura " - Offerta per l'acquisto del giorno 19 gennaio 2018” per la vendita al PRIMO INCANTO. Per la vendita al SECONDO INCANTO, invece, l'offerta di acquisto dovrà essere formalizzata e depositata entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 26 gennaio 2018, con le medesime modalità previste per il primo incanto, recante all'esterno la sola dicitura " - Offerta per l'acquisto del giorno 26 gennaio 2018”. Per la vendita al TERZO INCANTO, invece, l'offerta di acquisto dovrà essere formalizzata e depositata entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 02 febbraio 2018, con le medesime modalità previste per il primo incanto, recante all'esterno la sola dicitura " - Offerta per l'acquisto del giorno 02 febbraio 2018”. Il professionista delegato alla vendita provvederà a sigillare la busta apponendovi un contrassegno numerico identificativo ed a rilasciarne copia al partecipante. Ogni altra forma di offerta sarà ritenuta giuridicamente inesistente e di conseguenza non verrà considerata dalla procedura;

4. L'offerente avrà cura di inserire nella detta busta, a pena di esclusione:

- offerta irrevocabile di acquisto con esatta indicazione degli estremi della procedura di esecuzione mobiliare n. 436/15, del numero di riferimento del lotto e/o dei beni che intende acquistare, del nominativo dell'offerente e del relativo codice fiscale nonché della residenza, ovvero, se trattasi di persone giuridiche, della denominazione e ragione sociale, della relativa P. IVA nonché della sede legale;

-  prezzo proposto per l’acquisto dei relativi beni come sopra individuati (comprensivo di IVA);

-  dichiarazione espressa di accettazione dei beni posti in vendita come visti e piaciuti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come descritti nel verbale di inventario;

-  fotocopia di un documento di identità per le persone fisiche, oppure visura o certificazione camerale con le generalità del legale rappresentante e della copia del suo documento di riconoscimento per le persone giuridiche;

-  ricevuta di avvenuto bonifico disposto sull’IBAN IT 34 Q 01030 15200 000005100979 di una somma pari almeno al 10% del prezzo offerto per l'acquisto a titolo di deposito cauzionale da imputare, in caso di accettazione dell'offerta, prima alle spese e poi al prezzo e che sarà incamerato a titolo di penale in caso di successivo mancato versamento e/o di versamento parziale del saldo del prezzo, o in caso di mancato ritiro dei beni eventualmente aggiudicati come meglio illustrato al punto n. 13 del presente bando. Il bonifico disposto dovrà essere accreditato sul conto corrente della procedura entro il giorno precedente la data fissata della vendita a cui si intende partecipare. In mancanza l’offerta non potrà ritenersi valida;

-  non saranno ritenute validamente effettuate le eventuali offerte che siano subordinate, in tutto o in parte, a condizioni di qualsiasi genere;

-  non è ammessa offerta per persone, società e/o enti da nominare;

Il Custode/Delegato, qualora ritenuto opportuno, potrà richiedere all'Offerente chiarimenti e/o precisazioni e/o integrazioni in ordine al contenuto dell'offerta.

5.  L'apertura delle buste con le offerte avverrà il giorno 19 gennaio 2018 con inizio alle ore 16.00 presso lo studio del professionista delegato alla vendita, Dott.ssa Lucia Masi in via Lungomare Colombo Trav. G. Scola n. 4 - 84129 Salerno, dinanzi allo stesso Professionista Delegato/Custode alla procedura mobiliare, per la vendita al PRIMO INCANTO e proseguirà presso lo studio dello stesso Professionista Delegato/Custode. Per la vendita al SECONDO INCANTO, invece, l'apertura delle buste con le offerte avverrà il giorno 26 gennaio 2018 con inizio alle ore 16,00 sempre con le stesse modalità previste per la vendita al PRIMO INCANTO. Per la vendita al TERZO INCANTO l'apertura delle buste con le offerte avverrà il giorno 02 febbraio 2018 con inizio alle ore 16,00 sempre con le stesse modalità previste per la vendita al PRIMO e al SECONDO INCANTO di cui sopra.

6.   All'apertura delle buste sono invitati a partecipare tutti gli offerenti, ove comparsi; nel caso di mancata comparizione dell’offerente o degli offerenti l’aggiudicazione sarà comunque disposta, fatta salva l’applicazione delle previsioni di cui all’art. 572 co. 2 e 3 del c.p.c.; in caso di più offerte valide, si procederà a gara sull’offerta più alta secondo il sistema delle schede o buste segrete, fatta salva l’applicazione dell’art. 573, comma 2 c.p.c.. 7.   L’offerta è irrevocabile salvo che: 1) sia disposto l’incanto; 2) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta. 8.   L’offerta non è efficace se: 1) perviene oltre il termine innanzi stabilito; 2) è inferiore al prezzo determinato a norma dell’art. 568 comma 3 cpc; 3) l’offerente non presta cauzione a mezzo bonifico così come meglio specificato al punto 4 del presente bando e/o il bonifico non viene accreditato sul conto della procedura entro il giorno precedente la data in cui si svolgerà il tentativo di vendita a cui si intende partecipare.

-     In caso di presenza di più offerte, si procederà ad una gara da svolgersi nella data dell'udienza di vendita avanti al Professionista Delegato tra coloro che avranno depositato presso lo studio dello stesso nei termini e nelle forme sopra indicate, offerta irrevocabile di acquisto.

-     Per tali offerte sarà dato corso ad una gara sulla più alta, mediante unica offerta in aumento, ad aumento libero, da formularsi per iscritto subito dopo l'apertura delle buste entro i tre minuti successivi alla consegna di apposita scheda per la formulazione dell'offerta stessa e comunque entro la stessa udienza innanzi fissata.

-   l'aggiudicazione avrà luogo in favore di colui che avrà formulato, se del caso all'esito della gara suddetta, l'offerta più alta con rinuncia all'accettazione di ogni successiva offerta. All'esito della gara gli Organi della Procedura si riservano di valutare entro tre giorni, sentito il creditore procedente che è invitato a partecipare all'asta, la convenienza dell'offerta.

- Conseguentemente agli offerenti non divenuti aggiudicatari verrà restituita la cauzione ed il deposito dopo la chiusura della gara nei termini previsti dall'art. 580 c.p.c. e, comunque, entro due giorni dalla stessa.

9.   E’ espressamente ammessa la possibilità di sospendere la gara e di indire nuova procedura competitiva tra tutti gli interessati qualora intervenga, con deposito presso lo studio del professionista Delegato, entro le 48 ore successive  offerta migliorativa di almeno il 10% del miglior importo realizzato nella indetta gara. In tal caso, per garantire la serietà della proposta, è previsto il deposito di nuova offerta cauzionata con il 30% del nuovo importo proposto.

10.La presenza alla gara degli offerenti è indispensabile. Conseguentemente agli offerenti presenti non divenuti aggiudicatari verrà restituita la cauzione ed il deposito dopo la chiusura della gara nei termini previsti dall’art. 580 c.p.c. e, comunque, entro due giorni dal termine della gara; agli offerenti non presenti - i quali non abbiano giustificato l’assenza - e non divenuti aggiudicatari, in applicazione del secondo comma dell’art. 580 c.p.c. verrà restituita solo nella misura di nove decimi (9/10);

11.  L’offerente che, al termine della gara, sarà risultato essere l’aggiudicatario dei beni dovrà versare il saldo del prezzo entro 48 ore dalla chiusura della gara tramite bonifico bancario da disporsi sul conto corrente intestato alla procedura all’IBAN IT 34 Q 01030 15200 000005100979. Nel caso in cui l'offerente non provveda al versamento del saldo del prezzo nei termini di cui sopra, il deposito cauzionale non verrà restituito ma sarà incamerato a titolo di penale.

12.    La consegna dei beni all’aggiudicatario è subordinata all’avvenuto integrale pagamento del prezzo, degli oneri fiscali e, nel caso di beni registrati, all’avvenuto perfezionamento delle formalità relative al trasferimento della proprietà (che dovranno essere posti in essere a cura e spese dell’aggiudicatario). A tal fine si precisa che, ai sensi dell’art. 1193 c.c., qualunque somma precedentemente versata dall’aggiudicatario sarà imputata prima alle spese e poi al prezzo;

13.La consegna dei beni aggiudicati verrà effettuata entro 5 giorni dal termine della gara o dal compimento di tutte le formalità necessarie per il trasferimento della proprietà degli stessi (le quali dovranno avere inizio a cura e spese dell’aggiudicatario entro 5 giorni dall’aggiudicazione) ovvero dalla sua comunicazione, previo pagamento del residuo complessivo prezzo così come indicato al punto n. 12 del bando. In caso di mancato ritiro dei beni nei termini indicati (o di mancato avvio delle formalità necessarie per il trasferimento della proprietà entro 5 giorni dall’aggiudicazione), l’aggiudicatario dovrà versare al Custode il corrispettivo per il deposito previsto dal D.M. 15 maggio 2009 n. 80. Decorsi ulteriori dieci giorni il Professionista Delegato provvederà alla vendita dei beni non ritirati ai sensi degli artt. 2756 terzo comma e 2797 c.c. In questo caso le somme versate dall’aggiudicatario che non ha ritirato i beni saranno trattenute dalla procedura a titolo di penale.

14.La consegna dei beni mobili oggetto di vendita avverrà nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano al momento della consegna senza alcuna garanzia per vizi, evizione o altra mancanza, a cui fin d’ora il compratore dichiara di rinunciare. In nessun caso - di vizi, evizione, mancanza di qualità o altro - il compratore potrà pretendere dalla procedura il risarcimento dei danni subiti, indennità, la restituzione del prezzo pagato ed il rimborso delle spese.

15.Le imposte di legge e tutte le spese relative alla vendita, al passaggio di proprietà, ad eventuali spese di cancellazione di iscrizioni e trascrizioni nei registri, di smontaggio, di trasporto e di adeguamento dei beni, saranno a carico dell'acquirente che le corrisponderà al Custode al momento del saldo del prezzo.

16.Il presente avviso non costituisce offerta al pubblico ex art. 1336 codice civile, né sollecitazione del pubblico risparmio. Esso, inoltre, non comporta per la procedura esecutiva e per i suoi Organi alcun obbligo od impegno di alienazione nei confronti di eventuali offerenti sino al momento della comunicazione dell'accettazione dell'offerta di acquisto, e per questi ultimi alcun diritto a qualsivoglia rimborso, indennizzo o prestazione. Qualora una o più clausole del presente bando siano dichiarate o da considerarsi invalide e/o inefficaci, le altre clausole rimarranno valide ed efficaci e la clausola invalida o inefficace sarà sostituita, ove possibile, dalla corrispondente disposizione di legge.

17.  Gli Organi della procedura si riservano, a proprio insindacabile giudizio e senza obbligo di motivazione, di sospendere ovvero interrompere definitivamente la vendita dei beni fino al momento della comunicazione di accettazione di una delle proposte di acquisto pervenute.

18.  Le trattative per la vendita dei beni mobili in oggetto sono coperte dal dovere reciproco di riservatezza. Gli obblighi di riservatezza degli offerenti sono regolati anche dall'impegno sottoscritto per ottenere l'accesso ai dati riservati ai fini della formulazione dell'offerta. Fermo quanto previsto dall'impegno sottoscritto per l'accesso ai dati riservati ai fini della formulazione delle offerte, gli offerenti dovranno impegnarsi a: 1. considerare tutte le informazioni oggetto del presente bando come strettamente riservate, nonché ad adottare tutte le cautele necessarie a garantire la riservatezza delle informazioni acquisite, anche in ordine alle metodologie di produzione ed ai materiali impiegati; 2. astenersi dall'utilizzare le informazioni acquisite o riprodurle, ricavarne estratti o sommari per scopi diversi da quelli attinenti la predisposizione e la presentazione dell'offerta.

L'offerente si impegna, altresì, ad astenersi dall'intraprendere attività commerciali e/o sottoscrivere accordi con terzi anche potenzialmente idonei ad arrecare pregiudizio agli interessi della procedura o configgere con gli stessi.

19.  Copia del presente avviso è visionabile presso la Cancelleria del Tribunale di Vallo della Lucania –ufficio esecuzioni mobiliari, presso lo studio del Professionista Delegato alla Vendita, sul sito internet www.astelegaligiudiziarie.it  per l'intera durata della presente procedura competitiva e fino alla vendita.

20.  Ciascun interessato, previo appuntamento con il Custode/Professionista Delegato alla Vendita Dott.ssa Lucia Masi, con studio in Salerno alla via Lungomare Colombo trav. G. Scola, 4, tel./fax 089759147, cell. 347 7736765, e-mail l.masi@commercialistisalerno.it potrà procedere alla visita dei beni inventariati.

Salerno, 09/01/2018                                                         Il Custode/Professionista Delegato alla Vendita

                                                                                                          Dott.ssa Lucia Masi

Sito conforme agli Standard W3C/XHTML 1.0 Strict Sito conforme agli Standard W3C/CSS2 Sito conforme alle linee guida W3C/WAI-AAA [Valid RSS]