Tribunale di Salerno

                                   Procedura esecutiva immobiliare n.159/2016 R.G.E.

                                                promossa da Omissis

                                              AVVISO DI VENDITA


Allegati:  | Relazione di Stima documento  | Ordinanza documento  | 


Il sottoscritto dott. Marco Di Lorenzo con studio in Salerno, alla via A. Cilento n. 13,  delegato dal Giudice dell'esecuzione, ai sensi dell’art.591 bis c.p.c., con ordinanza del 15 Novembre 2016 

                                                                     RENDE NOTO

che davanti al sottoscritto, il giorno 27 Aprile 2018, alle ore 12,00

                                                                 27 Aprile 2018

presso il suo studio in Salerno alla Via A. Cilento, 13, si procederà alla vendita senza incanto dell’ immobile pignorato ( con relativa deliberazione sull’offerta e con la gara tra gli offerenti ai sensi dell’art.573 c.p.c.) – in calce descritti – secondo le seguenti modalità e descrizioni:

                                                    DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI

                         (come da ordinanza di delega e da relazione tecnica dell’esperto)

LOTTO UNICO

Locale commerciale sito in Eboli (SA), alla Via E. Perito, 26/28, piano terra,  di  mq. 205,40.   

Iscritto nel NCEU:

1)    al foglio n.64, part.330, sub. 5, categ. C/1, cl.11^, rendita catastale € 2.732,57;

 

NOTIZIE URBANISTICHE

In relazione alle vigenti leggi in materia urbanistica ed edilizia, si informa che – dalla documentazione in atti – risulta la conformità del bene immobile staggito; il Comune di Eboli (SA) ha rilasciato certificato di agibilità il 13/05/2002.   

 

Il bene immobile sarà posto in vendita a corpo e non a misura, nello stato di fatto e diritto in cui si trova.

All’attualità il bene immobile è occupato. In ogni caso la locazione cesserà al momento dell’aggiudicazione del bene pignorato.

1)    Prezzo base: euro  92.120,00 (euro novantaduemilacentoventi/00). 

2)    Le offerte di acquisto per la vendita senza incanto dovranno essere in regola con il bollo, e contenere il nome e cognome dell’offerente, il luogo e la data di nascita, il codice fiscale, il domicilio, lo stato civile (e, se coniugato, il regime patrimoniale dei coniugi), il recapito telefonico, l’indicazione del r.g.e. della procedura, i dati identificativi del bene e del lotto per il quale l’offerta è proposta, l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima e di essere edotto delle condizioni di fatto e di diritto dell’immobile.

      Dovrà, altresì, essere necessariamente indicato:

-       il prezzo offerto (che potrà, essere inferiore al valore determinato ex art. 568 c.p.c., prezzo base, purchè in misura non eccedente ¼ dello stesso);

-       il termine, non superiore a sessanta giorni, entro il quale saranno versati il residuo del prezzo e il fondo spese per oneri tributari e le relative modalità;

3.1)   All’offerta di acquisto o alla domanda di partecipazione dovrà essere, a pena di inefficacia, allegato:

-       copia della ricevuta del bonifico pari almeno di importo pari al 10% (dieci per cento) del prezzo proposto, a titolo di cauzione, da effettuarsi sul sul c/c bancario n.15/341263 -  IBAN: IT55P0837815200000000341263 ; è possibile prestare la cauzione nella misura suindicata anche mediante fideiussione autonoma, irrevocabile e a prima richiesta, rilasciata da banche, società assicuratrici o intermediari finanziari che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie e che sono sottoposti a revisione contabile da parte di un società di revisione. La fideiussione è rilasciata in favore della procedura esecutiva ed è escussa dal custode o dal professionista delegato su autorizzazione del giudice;

-       copia di un valido documento di riconoscimento;

-       fotocopia del tesserino di codice fiscale;

-       visura camerale se trattasi di società, di impresa individuale o altro ente;

-       dichiarazione del coniuge in comunione, ex art.179, co.2, cod. civ. se l’acquisto è effettuato a titolo personale da parte dell’altro coniuge;

-       l’offerta è irrevocabile, salvo che siano decorsi 120 giorni dalla sua presentazione e la stessa non è stata accolta.

3.2)        Le offerte di acquisto ex art.571 c.p.c. per partecipare alla vendita senza incanto, corredate come specificato, dovranno essere inserite, insieme ai suddetti allegati, in busta chiusa.

            Tale busta chiusa dovrà essere depositata presso lo studio del dott. Marco Di Lorenzo, in Salerno, alla Via A. Cilento, 13, entro le ore 13,00 del giorno 26 Aprile 2018 e consegnati al delegato o ad un suo incaricato alla ricezione.

3)    In caso di offerta presentata da più soggetti, l’indicazione di quello, tra questi, che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. Se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare.

4)    Gli offerenti che vorranno avvalersi della procedura di concessione di mutui secondo il c.d. protocollo ABI, di cui meglio in prosieguo, dovranno farne espressa istanza nella medesima domanda di partecipazione all’incanto o nell’offerta di acquisto.

5)    Il saldo prezzo dovrà essere versato, entro il termine di sessanta giorni dall’aggiudicazione (ovvero entro il più breve termine indicato dall’aggiudicatario nell’offerta  presentata ai sensi dell’art.571 c.p.c.) con bonifico bancario secondo le indicazioni di cui al punto 3.1.

6)    L’aggiudicatario, unitamente al saldo del prezzo, dovrà versare anche una somma idonea a coprire le spese di vendita, a suo carico, pari al 15% (quindici  per cento), salvi conguaglio o restituzione della differenza, oltre IVA, se dovuta.

                                                                        SI AVVERTE:

-       che l’ordinanza di vendita, il presente avviso e la relazione redatta dall’esperto sono pubblicati sul sito Internet: www.astelegaligiudiziarie.it

-       che ulteriori informazioni potranno essere acquisite presso lo studio del dott. Marco Di Lorenzo, 089 – 239471; cell.335 486254; e-mail:mavisa24@alice.it;

-       custode dei bene immobile oggetto del presente avviso, anche al fine di un eventuale accesso al bene,  è lo stesso professionista delegato alla vendita.

2)        Qualora il procedimento si basi su credito fondiario, l’aggiudicatario può avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto di finanziamento ai sensi dell’art.41, comma 5, del D. Lgs. 385/1993, ed alle condizioni ivi previste. Ove l’aggiudicatario non si sia avvalso di tale facoltà, il pagamento, nel limite del credito azionato, sarà effettuato direttamente alla banca creditrice (art.41, comma 4, D. Lgs. 385/1993) o al cessionario del credito,previa precisazione del credito entro il termine di trenta giorni dalla data di aggiudicazione, con detrazione di un eventuale accantonamento per spese di procedura nella misura del 20%.

3)        Compensi e spese relativi al trasferimento della proprietà, registrazione, trascrizione, voltura, cancellazione di formalità pregiudizievoli, comunicazione a pubbliche amministrazioni etc., graveranno sull’aggiudicatario.

4)        Tutte le attività che, a norma dell’art.571 c.p.c. e seguenti, dovrebbero essere compiute in Cancelleria o davanti al Giudice dell’Esecuzione o dal Cancelliere o dal Giudice dell’Esecuzione, saranno effettuate dal sottoscritto professionista delegato, presso il suo studio.

5)        Mutui c.d. protocollo ABI

Gli offerenti nell’offerta di acquisto o nella domanda di partecipazione all’incanto, o, comunque, gli aggiudicatari, entro il termine per il versamento del prezzo, dovranno dichiarare espressamente di volersi avvalere della procedura di concessione  di mutui agli aggiudicatari prevista dal c.d. protocollo ABI.

In particolare, si precisa che i partecipanti alle aste, hanno la possibilità di ottenere mutui ipotecari per un importo fino ad un massimo del 70 – 80% del valore dell’immobile (cioè del minore tra il prezzo di stima e quello di aggiudicazione) a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singolo istituto di credito aderente al c.d. protocollo ABI – ma come adottato con nota ABI Prot., LG/003250 del 19/06/2003 in rapporto alla procedura elaborata dalla Commissione Mista istituita presso il Tribunale di Milano – per la concessione di mutui agli aggiudicatari

L’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Salerno, potrà essere reperito presso il professionista delegato o presso il sito ABI http://www.abi.it/.

 Per ogni ulteriore informazione è possibile rivolgersi allo studio del professionista delegato agli indirizzi indicati innanzi.

Salerno, 2 Marzo 2018                                                                                      Dott. Marco Di Lorenzo

Sito conforme agli Standard W3C/XHTML 1.0 Strict Sito conforme agli Standard W3C/CSS2 Sito conforme alle linee guida W3C/WAI-AAA [Valid RSS]