Tribunale di Salerno

                                                                 SEZIONE FALLIMENTARE
                                                                 FALLIMENTO N. 81/2010
            INVITO A PRESENTARE OFFERTE IRREVOCABILI PER L’ACQUISTO DI  PROPRIETÀ IMMOBILIARI
                                  SITI IN CAVA DE' TIRRENI (SA) E CASTELNUOVO CILENTO (SA)
                                                                                 ***


Allegati:  | Relazione di Stima - via Parisi documento  | Relazione di Stima via XXV Luglio n. 48 documento  | Relazione di stima Via Nazionale documento  | Relazione di stima Via Fiei documento  | 


Il curatore del fallimento n. 81/2010 dichiarato con sentenza del 8 novembre 2010 dal Tribunale di Salerno vanta all’attivo della procedura unità immobiliari site in Cava de’ Tirreni (SA) e in Castelnuovo Cilento (SA) e per le stesse è interessato a ricevere offerte irrevocabili di acquisto.

 

Lotto n. 3: Unità immobiliare sita in Cava de’ Tirreni (SA),  in via Generale Parisi così composta:

A) piena ed intera proprietà di porzione di fabbricato per civile abitazione ubicato in Cava de Tirreni (SA) alla Via G. L. Parisi  costituita da n. 2 locali commerciali comunicanti internamente a mezzo rampa in ferro, adibiti all’esercizio di supermercato di media struttura, attualmente attivo, con accessi dall’esterno indipendenti.

Dati catastali:  identificati catastalmente al NCEU del Comune di Cava de’ Tirreni  

Foglio n. 23 part.lla n. 495 sub 1 e 8;

B) piena ed intera proprietà di porzione di fabbricato  per civile abitazione ubicato in Cava de Tirreni (SA), alla Via G.L. Parisi 54 (pal. Lambiase) –traversa privata di collegamento tra Via G. L. Parisi e Via R. Senatore –costituito da n. 1 locale deposito formato da 2 locali comunicanti con due accesso indipendenti, così identificato, al NCEU del Comune di Cava de’ Tirreni.

Dati catastali:  identificati catastalmente al NCEU del Comune di Cava de’ Tirreni  

Foglio n. 23 part.lla n. 484 sub 1;

C) piena ed intera proprietà di area adibita a parcheggio, delimitata da muri  perimetrali ed accesso con cancello automatico da Via G.L. Parisi,74, su cui  insiste servitù di passaggio al locale deposito B) e al locale commerciale al piano rialzato sopra indicato, così identificata al NCT del Comune di Cava de’ Tirreni (Fg.23 ex  p.lla 500).

Dati catastali:  identificati catastalmente al NCEU del Comune di Cava de’ Tirreni  

Foglio n. 23 part.lle nn. 728-729-730-731; 

Iscrizioni e trascrizioni sul medesimo gravanti (situazione alla data di deposito della perizia – aprile 2011)

Dalle ispezioni ipocatastali effettuate, sugli immobili  oggetto di stima non esiste alcun tipo di ipoteca.

Regolarità edilizia ed urbanistica (situazione alla data di deposito della perizia – aprile 2011):

Tutti gli immobili risultano conformi alla normativa urbanistica vigente ma non risulta alcuna concessione rilasciata dall’Ufficio Tecnico di Cava de’ Tirreni per le opere interne di tramezzi e rampa di collegamento presenti nei locali commerciali A); pertanto le  planimetrie catastali corrispondenti agli immobili A),conformi per consistenza,  sono difformi per la partizione degli spazi interni e per la rampa di accesso dal parcheggio.

Stato di occupazione: Il complesso immobiliare risulta locato in virtù di contratto valido fino al 18/01/2017.

Valore dell’intero cespite già ribassato (A+B+C): € 734.159,00 (settecentotrentaquattromilacentocinquantanove/00) 

Per quanto qui non riportato, intendendosi quanto sopra solo indicativo, e per una migliore e più dettagliata esposizione si rinvia alla relazione di stima redatta dall’ing. Berenice Pallotta.

 

Lotto n. 6 - Unità immobiliare e impianti tecnologici ivi presenti sita in Cava de’ Tirreni (SA),  via XXV Luglio e precisamente:  

Piena proprietà del complesso immobiliare di circa 14.716 mq, sito nel Comune di Cava dei Tirreni , via XXV Luglio n° 48.

Dati catastali

Preliminarmente è indispensabile precisare che sul B.U.R.C. del 24/10/2011 è stata pubblicata la delibera del Consiglio Regionale circa l’approvazione della variante dell’area in oggetto. Ne consegue che l’aggiudicatario dell’area potrà concludere l’Accordo di Programma, corrispondendo gli oneri dovuti, destinando l’area ad uso commerciale ovvero di non completarla avvalendosi dell’attuale destinazione. A ulteriore e più preciso chiarimento, si invitano gli interessati a richiedere al Curatore nota esplicativa pervenuta in data 19/01/2012 dal referente del Comune di Cava de’ Tirreni (SA).

 

L’immobile è riportato al catasto al fg. 16, p.lla 1263 – Comune di Cava dei Tirreni – via XXV Luglio n° 48, piano terra, primo e interrato, categoria catastale D/1, rendita catastale € 98.539,98.

Il complesso industriale, visto nella sua interezza, si presenta con andamento pseudo rettangolare. È accessibile direttamente dalla SS 18 tramite un grosso varco largo 6,60 m o da ulteriori ingressi accessibili da strade comunali limitrofe di dimensioni di circa 7,30 m. Tutti gli ingressi sono dotati di porta metallica di dimensioni tali da consentire l’ingresso anche a grossi autocarri. Tutti i piazzali interni sono asfaltati o pavimentati in genere.

All’interno del complesso industriale  restano segni o sparute stracce di impianti quali cabina elettrica di trasformazione, centrale termica, impianti di condizionamento ed aspirazione, impianti elettrici di distribuzione primaria, impianti di riscaldamento, impianto di rilevazione incendi, rete idrica antincendio, impianto telefonico e trasmissione dati; quelli ancora presenti e stimati che, con limitati accorgimenti e/o integrazioni per compensare le asportazioni effettuate, potrebbero tranquillamente essere riutilizzati anche nel caso di un diverso utilizzo dell’immobile sono i soli impianti di depurazione e la riserva idrica antincendio costituita dal silos a torre in cls h =15 m; trattasi di impianti da verificare, da integrare ove mancanti e da mettere a norma.

Si rilevano i seguenti corpi di fabbrica:

1) Fabbricato principale articolato su più livelli originariamente destinato ad uffici, servizi sociali (spogliatoi, mense, servizi, ecc.), reparti lavorazione, caveau, carte valori e locali tecnici. È composto da un piano interrato, un piano terra ed un piano primo

2) Capannoni originariamente destinati a depositi ed officine.

3) Capannone a struttura portante in c.a. e muratura con copertura in ferro, originariamente destinato a deposito prodotti finiti e reparto spedizione.

4) Capannone originariamente destinato a deposito infiammabili con strutture in ferro e muratura;

5) Tettoie e pensiline a struttura e coperture in ferro;

6) Area scoperta pertinenziale originariamente sistemata a piazzale parcheggio dipendenti (interna) dotata di pensiline parasole in ferro, parcheggio visitatori (esterna) e a viabilità interna.

 

Il complesso industriale presenta i seguenti confini:

Ä  a nord con strada privata di uso pubblico (via Vittorio Veneto) sulla quale prospetta l’accesso secondario;

Ä  ad est con la Via XXV Luglio (tratto urbano della S.S. 18) ed alveo del canale Arena;

Ä  a sud con beni Omissis (salvo altri) ed alveo del canale Arena;

Ä  ad ovest con beni Omissis (salvo altri) ed alveo del canale Arena.

 

Conformità Urbanistica: l’intero opificio industriale risulta essere regolarmente denunciato nella sua interezza cosi come risulta allo stato attuale.

Valore del cespite già ribassato: prezzo complessivo 5.696.561,00 (cinquemilioniseicentonovantaseimilacinquecentosessantuno/00)

Per quanto qui non riportato, intendendosi quanto sopra solo indicativo, e per una migliore e più dettagliata esposizione si rinvia alla relazione di stima redatta dall’ing. Rosario Autuori.

 

Lotto N. 07 - Unità immobiliare sita in Castelnuovo Cilento (SA) alla via Nazionale fraz Velina s.n.c.

I locali occupano una superficie catastale complessiva pari a 290 m², ubicati al piano rialzato di un complesso edilizio a forma di c.

Confini:il complesso immobiliare presenta i seguenti confini:

• a nord e ad ovest con terreni;

• ad est con la via Nazionale su cui prospettano gli accessi;

• ad sud con case rurali isolate.

Dati catastali: (Situazione degli atti informatizzati al 28.01.2013)

Il complesso immobiliare è identificato catastalmente al N.C.E.U. del Comune di Castelnuovo Cilento con i seguenti dati: risulta intestato alla società OMISSIS (Proprietà per 1/1);

• Foglio n.12 part.lla n. 688 sub 26, categ. C/1, Rendita € 271,14 – Via Nazionale- piano T scala C;

• Foglio n.12 part.lla n. 688 sub 27, categ. C/1, Rendita € 240,15 – Via Nazionale- piano T scala C;

• Foglio n.12 part.lla n. 688 sub 37, categ. C/1, Rendita € 236,28 – Via Nazionale- piano T scala C;

• Foglio n.12 part.lla n. 688 sub 38, categ. C/1, Rendita € 236,28 – Via Nazionale- piano T scala C;

 

Valore di stima: prezzo complessivo ulteriormente ribassato di € 71.270,00 (euro settantunomiladuecentosettanta/00).

 

Per quanto qui non riportato, intendendosi quanto sopra solo indicativo, e per una migliore e più dettagliata esposizione si rinvia alla relazione di stima redatta dall’arch. Alessandra Negro.

 

Lotto N. 08 - Unità immobiliari site in Castelnuovo Cilento (SA) alla via Fiera o Località “Fiei” frazione Vallo Scalo, prospiciente la ex Strada Statale 447 di Palinuro - ora strada regionale 447/a, costituito da n° 2 palazzine articolate in piano terra, piano primo, piano secondo e sottotetto.

 

LOTTO N. 8/1: Locale Commerciale identificato dai seguenti dati catastali:

a) Comune di Castelnuovo Cilento (SA) – catasto fabbricati - fg. 6, p.lla 682, sub 4, cat. C/1, Cl. 8, Consistenza 110 m², Sup. Catastale 119 m², R.C. € 1.255,51 – PT

Valore di stima: prezzo complessivo di € 65.104,00 (euro sessantacinquemilacentoquattro/00).

 

LOTTO N. 8/2: Locale Commerciale identificato dai seguenti dati catastali:

b) Comune di Castelnuovo Cilento (SA) – catasto fabbricati - fg. 6, p.lla 682, sub 5, cat. C/1, Cl. 8, Consistenza 110 m², Sup. Catastale 119 m², R.C. € 1.255,51 – PT

Valore di stima: prezzo complessivo di 65.104,00 (euro sessantacinquemilacentoquattro/00).

 

LOTTO N. 8/3: Locale Ufficio identificati dai seguenti dati catastali:

c) Comune di Castelnuovo Cilento (SA) – catasto fabbricati - fg. 6, p.lla 682, sub 8, cat. A/10, Cl. U, Consistenza 7 vani, Sup. Catastale 120 m², R.C. € 1.319,55 – P1

Valore di stima:  prezzo complessivo di € 69.179,00 (euro sessantanovemilacentosettantanove/00).

 

LOTTO N. 8/4: Locale Ufficio identificati dai seguenti dati catastali:

d) Comune di Castelnuovo Cilento (SA) – catasto fabbricati - fg. 6, p.lla 682, sub 9, cat. A/10, Cl. U, Consistenza 7 vani, Sup. Catastale 120 m², R.C. € 1.319,55 – P1

Valore di stima: prezzo complessivo di € 69.179,00 (euro sessantanovemilacentosettantanove/00).

 

LOTTO N. 8/5: Locale Ufficio identificati dai seguenti dati catastali: 905

e) Comune di Castelnuovo Cilento (SA) – catasto fabbricati - fg. 6, p.lla 682, sub 9, cat. A/10, Cl. U, Consistenza 7 vani, Sup. Catastale 120 m², R.C. € 1.319,55 – P1

Valore di stima: prezzo complessivo di € 69.179,00 (euro sessantanovemilacentosettantanove/00).

 

LOTTO N. 8/6: Locale Ufficio identificati dai seguenti dati catastali:

f) Comune di Castelnuovo Cilento (SA) – catasto fabbricati - fg. 6, p.lla 682, sub 12, cat. A/10, Cl. 950 U, Consistenza 7,5 vani, Sup. Catastale 129 m², R.C. € 1.413,80 – P2 e P3

Valore di stima: prezzo complessivo di € 74.942,00 (euro settantaquattromilanovecentoquarantadue/00).

 

LOTTO N. 8/7: Locale Ufficio identificati dai seguenti dati catastali:

g) Comune di Castelnuovo Cilento (SA) – catasto fabbricati - fg. 6, p.lla 682, sub 13, cat. A/10, Cl. U, Consistenza 7,5 vani, Sup. Catastale 130 m², R.C. € 1.413,80 – P2 e P3

Valore di stima: prezzo complessivo di € 74.935,00 (euro settantaquattromilanovecentotrentacinque/00).

 

LOTTO N. 8/8: Locali Appartamento identificati dai seguenti dati catastali:

h) Comune di Castelnuovo Cilento (SA) – catasto fabbricati - fg. 6, p.lla 682, sub 15, cat. A/2, Cl. U, Consistenza 7,5 vani, Sup. Catastale 156 m², totale escluso arre scoperte 150 m², R.C. € 581,01 – P2 e P3

Valore di stima: prezzo complessivo di € 75.342,00 (euro settantacinquemilatrecentoquarantadue/00).

 

LOTTO N. 8/9: Locali Ufficio identificati dai seguenti dati catastali:

i) Comune di Castelnuovo Cilento (SA) – catasto fabbricati - fg. 6, p.lla 682, sub 16, cat. A/10, Cl. U, Consistenza 7,5 vani, Sup. Catastale 129 m², R.C. € 1.413,80 – P2 e P3

Valore di stima: prezzo complessivo di € 74.935,00 (euro settantaquattromilanovecentotrentacinque/00).

 

Per quanto qui non riportato, intendendosi quanto sopra solo indicativo, e per una migliore e più dettagliata esposizione si rinvia alla relazione di stima redatta dall’ing. Rosario Autuori

 

                                                                                                  IL CURATORE

intende ricevere e vagliare, nel corso della medesima udienza, offerte anche migliorative per i lotti nn. 03 e 06 di immobili  e pertanto,

                                                                                                        INVITA

gli interessati all’acquisto dei richiamati immobili a far pervenire offerte irrevocabili di acquisto in conformità a quanto di seguito previsto:

Oggetto dell’offerta: i soggetti interessati potranno formulare l’offerta per :

Lotto n. 03:              comprendente le unità immobiliari di cui sopra valore del lotto: € 734.159,00 (settecentotrentaquattromilacentocinquantanove/00)

Lotto n. 06:                comprendente le unità immobiliari e impianti tecnologici ancora esistenti, di cui sopra,  valore del lotto: € 5.696.561,00 (cinquemilioniseicentonovantaseimilacinquecentosessantuno/00)

Lotto N. 07:               comprendente complesso immobiliare situato in Castelnuovo Cilento (SA): valore del lotto € 71.270,00 (euro settantunomiladuecentosettanta/00).

Lotto N. 08/1:           comprendente immobile sito in Castelnuovo Cilento (SA): valore del lotto € 65.104,00 (euro sessantacinquemilacentoquattro/00).

Lotto N. 08/2:           comprendente immobile sito in Castelnuovo Cilento (SA): valore del lotto € 65.104,00 (euro sessantacinquemilacentoquattro/00).

Lotto N. 08/3:           comprendente immobile sito in Castelnuovo Cilento (SA): valore del lotto € 69.179,00 (euro sessantanovemilacentosettantanove/00).

Lotto N. 08/4:           comprendente immobile sito in Castelnuovo Cilento (SA): valore del lotto € 69.179,00 (euro sessantanovemilacentosettantanove/00).

Lotto N. 08/5:           comprendente immobile sito in Castelnuovo Cilento (SA): valore del lotto € 69.179,00 (euro sessantanovemilacentosettantanove/00).

Lotto N. 08/6: c        omprendente immobile sito in Castelnuovo Cilento (SA): valore del lotto € 74.942,00 (euro settantaquattromilanovecentoquarantadue/00).

Lotto N. 08/7:           comprendente immobile sito in Castelnuovo Cilento (SA): valore del lotto € 74.935,00 (euro settantaquattromilanovecentotrentacinque/00).

Lotto N. 08/8:           comprendente immobile sito in Castelnuovo Cilento (SA): valore del lotto € 75.342,00 (euro settantacinquemilatrecentoquarantadue/00).

Lotto N. 08/9:           comprendente immobile sito in Castelnuovo Cilento (SA): valore del lotto € 74.935,00 (euro settantaquattromilanovecentotrentacinque/00).

 

Il tutto come da rispettive perizie di stima e dai documenti depositati presso lo studio del curatore di cui può prendersi visione.

                                                                                         CONDIZIONI DI VENDITA

1         La vendita dei lotti come sopra descritti avverrà nello stato di fatto e di diritto in cui essi si trovano al momento della consegna. In particolare:

Per i beni immobili: la vendita sarà effettuata a corpo e non a misura nello stato di fatto e di diritto (anche sotto il profilo urbanistico – edilizio) in cui i beni si trovano, con tutte le servitù attive e passive eventualmente esistenti anche se non risultanti dalle relazioni tecniche degli ingg. Alessandro Pastore, Benerice Pallotta e Rosario Autuori e arch. Alessandra Negro alle quali si fa espresso richiamo per una dettagliata descrizione degli immobili, dovendosi ritenere che la descrizione degli immobili in questo atto e nella relazione tecnica ha funzione esclusivamente commerciale; eventuali differenze di misura non daranno luogo a risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, ai sensi dell’art. 2922 c.c. .Gli immobili di che trattasi sono detenuti con contratti di locazione. Si avverte che gli immobili presentano la condizione espressamente indicata nelle richiamate perizie degli ingg. Carmine Landi, Alessandro Pastore,  Benerice Pallotta e Rosario Autuori quanto alla conformità urbanistica; eventuali abusi edilizi sono condonabili qualora applicabile l’art. 32 comma 25 del decreto legge 30.9.2003 n. 269, convertito con modificazioni nella legge 24.11.2003 n. 326, che prevede l’applicazione delle disposizioni di cui ai capi IV e V della legge 28 febbraio 1985 n. 47 e successive modificazioni e integrazioni (c.d. condono edilizio). Pertanto, ai sensi dell’art. 40 ultimo comma della legge n. 47/85 applicabile, in virtù dell’art. 32 comma 25, anche alle opere realizzate dopo il 1.10.1983 e prima del 31.3.2003, l’aggiudicatario è tenuto a presentare domanda di condono entro 120 giorni dal rogito notarile. Le spese necessarie per ottenere il condono edilizio saranno a carico della parte acquirente. Per tutti gli immobili è in corso di predisposizione la certificazione notarile e si rende noto che è facoltà degli organi di procedura sospendere il presente invito nell’ipotesi in cui emergano incongruenze nella titolarità degli immobili senza che ciò possa dar luogo per la procedura ad alcuna responsabilità; responsabilità che restano espressamente escluse anche per eventuale mancato rilascio di provvedimenti di condono e per eventuali difformità urbanistiche anche non citate in perizia.

2         L’offerta di acquisto, costituente a tutti gli effetti proposta irrevocabile ex art.1329 del codice civile per un periodo di 90 (novanta) giorni dalla sua presentazione, dovrà essere formalizzata e depositata presso la Cancelleria fallimentare del Tribunale di Salerno, sita in Salerno alla P.zza Dalmazia  entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 06 GIUGNO 2018 in busta di formato A4, recante all’esterno la sola dicitura “Offerta per la vendita del 07 GIUGNO 2018 ”. La Cancelleria provvederà a sigillare la busta apponendovi un contrassegno numerico identificativo ed a rilasciarne copia al partecipante. Ogni altra forma di offerta sarà ritenuta giuridicamente inesistente e di conseguenza non verrà considerata  dagli organi fallimentari.

3         L’offerente avrà cura di inserire nella detta busta, a pena di esclusione:

offerta irrevocabile di acquisto in regola con l’imposta di bollo con esatta indicazione del numero dei fallimenti, del lotto per il quale si intende partecipare, del nominativo dell’offerente e del relativo codice fiscale nonché della residenza, ovvero se trattasi di persone giuridiche della denominazione e ragione sociale, della relativa P. IVA nonché della sede legale, del numero di telefono , fax ed e mail cui ricevere le comunicazioni ed indicativa del prezzo proposto dall’offerente prezzo offerto: pari o superiore al prezzo base di ciascun lotto (oltre imposte di legge, spese di trasferimento e spese di cancellazione delle formalità pregiudizievoli) c.        dichiarazione espressa di accettazione degli immobili posti in vendita come visti e piaciuti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, e/o come descritti nelle consulenze tecniche depositate, con espressa rinuncia alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, ai sensi dell’art. 2922 c.c. ; fotocopia di un documento di identità per le persone fisiche o  visura o certificazione camerale con le generalità del legale rappresentante per le persone giuridiche; assegno circolare non trasferibile emesso da primario istituto di credito operante sulla piazza italiana intestato al Fallimento n. 81/2010, per una somma pari al 10% del prezzo offerto a titolo di deposito cauzionale da imputare in conto prezzo in caso di accettazione dell’offerta, e che sarà incamerato a titolo di penale in caso di successivo mancato versamento del saldo del prezzo. non saranno ritenute validamente effettuate le eventuali offerte che siano subordinate, in tutto o in parte, a condizioni di qualsiasi genere. Non è ammessa offerta per persone, società e/o enti da nominare. Il curatore, qualora lo ritenesse opportuno, potrà richiedere all’Offerente chiarimenti e/o precisazioni e/o integrazioni in ordine al contenuto dell’offerta.

4         L’apertura delle buste con le offerte avverrà il giorno 07 GIUGNO 2018 con inizio alle ore 11,00, presso la Sezione Fallimentare del Tribunale di Salerno, sita in Salerno alla P.zza Dalmazia, dinanzi al curatore.

5         All’apertura delle buste sono invitati a partecipare i sigg. componenti del Comitato dei Creditori ed i legali rappresentanti della società fallita cui il presente avviso è comunicato.

ll Comitato dei Creditori rilascerà il proprio parere all'udienza stessa.

In caso di presenza di più offerte per lo stesso lotto si procederà ad una gara da svolgersi nella data dell’udienza di vendita avanti al curatore. tra coloro che avranno depositato in Cancelleria, nelle forme sopra indicate, offerta irrevocabile di acquisto a prezzo pari o superiore al prezzo base di ciascun lotto.

Per tali offerte sarà dato corso ad una gara sulla più alta, mediante unica offerta in aumento – ad aumento libero – da formularsi per iscritto subito dopo l’apertura delle buste entro i tre minuti successivi alla consegna di apposita scheda per la formulazione dell’offerta stessa e comunque entro la stessa udienza innanzi fissata..

All’esito della gara gli Organi della Procedura si riservano di valutare entro il termine di 10 giorni  sentito il Comitato dei Creditori che è invitato a partecipare all’asta, la convenienza delle offerte.

La presenza alla gara degli offerenti è indispensabile. Conseguentemente agli offerenti presenti non divenuti aggiudicatari verrà restituita la cauzione ed il deposito dopo la chiusura della gara nei termini previsti dall’art. 580 c.p.c.; agli offerenti non presenti - i quali non abbiano giustificato l’assenza - e non divenuti aggiudicatari, in applicazione del secondo comma dell’art. 580 c.p.c. verrà restituita solo nella misura di 9/10.

6         L’atto definitivo di trasferimento degli immobili posti in vendita verrà stipulato entro 60 giorni dall’accettazione dell’offerta ovvero dalla sua comunicazione ovvero dal saldo (che non potrà avvenire oltre 60 gg dalla gara), - termine che potrà slittare a seguito di ritardi nelle procedure di consultazione sindacale previste dall’art. 105 L.F. o per altri motivi -, dinanzi al notaio designato dagli Organi della procedura, previo pagamento del residuo complessivo prezzo a mezzo assegni circolari intestati alla procedura da consegnare a mani del curatore o a mezzo bonifico bancario sui conti correnti bancari intrattenuti dal fallimento almeno 10 giorni prima della stipula (onde consentire di acquisire le autorizzazioni alla cancellazione delle formalità pregiudizievoli e/o di effettuare gli eventuali dovuti conguagli tra le procedure). Nel caso in cui l’offerente non provveda al versamento del saldo del prezzo nei termini di cui sopra, il deposito cauzionale non verrà restituito ma sarà incamerato a titolo di penale.

7         Il bene verrà trasferito libero da trascrizioni pregiudizievoli o si procederà alla successiva cancellazione delle stesse.

8         Le imposte di legge, ogni onere fiscale pregresso e tutte le spese relative alla vendita, al passaggio di proprietà, al compenso al notaio che redigerà l’atto, nonché le spese di cancellazione di iscrizioni e trascrizioni nei registri saranno a carico dell’acquirente che le corrisponderà al curatore al momento del saldo del prezzo, salvo che facciano carico al venditore per disposizione inderogabile di legge o per espresso esonero.

9         Il presente avviso non costituisce offerta al pubblico ex art. 1336 codice civile, né sollecitazione del pubblico risparmio. Esso, inoltre, non comporta per le  procedure fallimentari e per i suoi Organi alcun obbligo od impegno di alienazione nei confronti di eventuali offerenti sino al momento della comunicazione dell’accettazione dell’offerta di acquisto, e per questi ultimi alcun diritto a qualsivoglia rimborso, indennizzo o prestazione.

Qualora una o più clausole del presente bando siano dichiarate o da considerarsi invalide e/o inefficaci, le altre clausole rimarranno valide ed efficaci e la clausola invalida o inefficace sarà sostituita, ove possibile, dalla corrispondente disposizione di legge.

10     Gli Organi della procedura si riservano, a proprio insindacabile giudizio e senza obbligo di motivazione, di sospendere ovvero interrompere definitivamente la vendita dei rami di azienda anche ai sensi degli artt. 107 4 comma e 108 legge fallimentare. fino al momento della comunicazione di accettazione di una delle proposte di acquisto pervenute.

11     Le trattative per la cessione dei beni sono coperte dal dovere reciproco di riservatezza.

Gli obblighi di riservatezza degli Offerenti sono regolati anche dall’impegno sottoscritto per ottenere l’accesso ai dati riservati ai fini della formulazione dell’Offerta. Fermo quanto previsto dall’impegno sottoscritto per l’accesso ai dati riservati ai fini della formulazione delle offerte, gli offerenti dovranno impegnarsi a: 1. considerare tutte le informazioni oggetto del presente bando come strettamente riservate, nonché ad adottare tutte le cautele necessarie a garantire la riservatezza delle informazioni acquisite, anche in ordine alle metodologie di produzione ed ai materiali impiegati; 2. astenersi dall’utilizzare le informazioni acquisite o riprodurle, ricavarne estratti o sommari per scopi diversi da quelli attinenti la predisposizione e la presentazione dell’offerta.

L’offerente si impegna, altresì, ad astenersi dall’intraprendere attività commerciali e/o sottoscrivere accordi con terzi anche potenzialmente idonei ad arrecare pregiudizio agli interessi della procedura o configgere con gli stessi.

12     Copia del presente avviso è visionabile presso la Cancelleria fallimentare del Tribunale di Salerno e sarà pubblicata mediante affissione di un avviso per almeno tre giorni nelle bacheche del Tribunale. Saranno eseguite, inoltre,  le seguenti forme di pubblicità:•inserimento dell’invito ad offrire, unitamente a copia delle relazioni di stima, nei siti internet www.astegiudiziarie.it, e www.astelegaligiudiziarie.it almeno 45 giorni prima della data della gara divulgazione dell’invito ad offrire, omessa l’indicazione del debitore, mediante affissione di manifesti murali nel comune di Salerno e Cava de’ Tirreni (SA) e Castelnuovo Cilento (SA), pubblicazione di un estratto di vendita su un quotidiano locale.

Il Curatore ha la facoltà di compiere ulteriori forme di pubblicità.

L’estratto del presente avviso verrà comunicato ai creditori ipotecari iscritti e ai creditori muniti di privilegio sugli immobili

13     Ciascun interessato, previo appuntamento con il curatore dott. Raffaello Siciliano con studio in Pellezzano (SA) alla via Della Quercia 58 tel/fax 089/482062 e-mail r.siciliano@pec.commercialistisalerno.it, potrà procedere alla visita dei lotti in vendita.

Salerno,  13 FEBBRAIO 2018                                                                                                        Il curatore

                                                                                                                                                Dott. Raffaello Siciliano

Il Giudice Delegato

Dott.ssa Maria Elena Del Forno

Sito conforme agli Standard W3C/XHTML 1.0 Strict Sito conforme agli Standard W3C/CSS2 Sito conforme alle linee guida W3C/WAI-AAA [Valid RSS]